La biblioteca Cesar Chavez: un riuscito esempio di architettura sostenibile

Library11 small

Line e Space LLC è stata fondata nel 1978 a Tucson, in Arizona, da Les Wallach per facilitare la progettazione e la costruzione di strutture ecologicamente sensibili che rispettino le condizioni paesaggistiche del sito di costruzione. Lo scopo è di garantire una perfetta integrazione tra struttura e paesaggio per incoraggiare azioni di sostenibilità e tutela ambientale.
Questa è la filosofia alla base della costruzione della biblioteca regionale Cesar Chavez a Phoenix. La biblioteca può ospitare fino a 40.000 visitatori al mese e ospita più di 120.000 volumi. Il sito della biblioteca è adiacente ad un lago e un parco pubblico. Completata nel gennaio 2008 la biblioteca è attualmente una tra le quattro biblioteche più grandi della regione.

Library2 small

Inoltre dato che si tratta di un’area ad alta crescita urbana il parco pubblico è un giardino per tutta la comunità e la biblioteca è stata concepita come una sorta di soggiorno per tutti. Un luogo per facilitare l’interazione di famiglie e amici. Ci sono aree interattive di apprendimento per adulti e bambini per favorirne la crescita personale.
La struttura della biblioteca riflette le forme del lago adiacente; una forma arcuata che sembra inserirsi all’interno di un cumulo di terreno, non rovinando la bellezza del paesaggio circostante. Inoltre il terreno fornisce un isolante termico naturale e a basso costo riparando anche la biblioteca dal rumore proveniente da una vicina strada.
Anche l’orientamento della biblioteca è stato studiato attentamente per sfruttare tutti i vantaggi di un’illuminazione naturale. Ampie vetrate collocate a nord e sud permettono una perfetta diffusione della luce durante tutta la giornata, mentre il lato ovest dell’edificio non ha finestre per ridurre l’efficienza termica dell’edificio, risparmiando sui costi del riscaldamento. Infine le ampie tettoie sopra ciascuna finestra impediscono al forte sole estivo di colpire direttamente il vetro causando un surriscaldamento delle superfici.

Library3 small

Queste sporgenze servono anche ad aumentare la fruibilità degli spazi esterni, creando zone d’ombra per accogliere i visitatori della biblioteca che possono vivere a tutto tondo la struttura con una transizione fluida tra spazi interni e spazi esterni.
La pavimentazione degli esterni è stata ridotta al minimo per dare spazio alla natura che avvolge letteralmente la biblioteca. Inoltre l’utilizzo di un quantitativo ridotto di cemento per gli esterni permette di evitare l’effetto “isola di calore” che può crearsi in estate.
La larga tettoia combinata con il riutilizzo dell’aria degli impianti di ventilazione dell’edificio permettono di avere un micro-clima stabile anche nel patio esterno. Diffusori d’aria regolabili permettono ai visitatori di godere di una temperatura perfetta anche nell’afosa e torrida estate di Phoenix.

library1 small

La muratura principale della biblioteca è stata realizzata in cemento, acciaio e alluminio. Questi elementi sono stati scelti il loro aspetto pulito, la durata, la bassa manutenzione richiesta e, sopratutto, il fatto che provengano da materiali riciclati.
Inoltre, considerando il design open space della struttura, questi materiali possono essere anche facilmente adattati per ampliamenti e future riconversioni. Nelle aree interne ci sono pochissime partizioni per permettere facili modifiche alla grande area delle scaffalature dei libri o alle ampie sale lettura. Questo permette al layout generale della struttura di svilupparsi nel giusto modo al crescere della biblioteca.

Library8 small

La biblioteca è dotata di un sistema ad alta efficienza per mantenere la temperatura interna costante durante tutto l’anno. Utilizza un sistema centralizzato completamente automatizzato che non utilizza gas o liquidi refrigeranti potenzialmente dannosi per l’ambiente. Tutte le unità del sistema sono dotate di economizzatori che sfruttano le forti escursioni termiche tra giorno e notte per risparmiare energia. Inoltre tutta l’acqua piovana raccolta sul tetto di 2.000 metri quadrati viene raccolta e riversata nel lago adiacente oppure utilizzata per l’irrigazione del parco. Ciò permette alla comunità locale di risparmiare grandi quantitativi d’acqua per l’irrigazione del grande parco.

Library9 small

Oltre al riciclaggio (il 10% di tutti i materiali utilizzati sono riciclati), il carpooling e programmi in bicicletta, nella biblioteca sarà possibile seguire un programma di educazione ambientale per sostenere e diffondere l’importanza di un architettura sostenibile. Per questo motivo la biblioteca Cesar Chavez è stata selezionata da una ricerca a livello nazionale del Library Journal come una delle dieci migliori biblioteche negli Stati Uniti.

Photos Credits:

archdaily.com